Mercato dell’usato: come non sbagliare l’acquisto…

A molti di voi – come all’editor di questo articolo – una volta scoperto l’amore per questa fantastica disciplina si sarà presentato il momento di acquistare l’attrezzatura (il pacchetto completo – ala, tavola, trapezio etc)….per questo motivo mi è venuta l’idea di scrivere un articolo fondato sulle mie esperienze (alle quali mi auguro si uniscano anche le vostre con commenti, note, repliche, opinioni) al fine di aiutare i nostri amici neofiti che si trovano per la prima volta ad acquistare l’attrezzatura.

Prima di continuare preciso subito che, per quanto attraente, il kitesurf è uno sport dove la sicurezza deve essere messa al primo posto nella scala dei valori, pertanto, non pensate minimamente ad acquistare materiale tecnico prima di aver fatto un corso completo con istruttori riconosciuti dalla federazione.

Come si evince dalle prime righe di questo post, mi rivolgo a kiter alle prime armi anche perché i kitesurfer più esperti hanno sicuramente già in testa cosa vogliono acquistare, anche, e soprattutto, alla luce dell’esperienza maturata sul campo.

Da un posto di vista tecnico sul mercato troviamo due tipologie di kite: i C-Kite e gli S.L.E.. Sicuramente l’ala più sicura tra le due è il modello S.L.E. in quanto garantisce maggiore stabilità in volo, maggiori doti nella ripartenza dall’acqua e maggiore range di utilizzo (inutile aggiungere che è questa la tipologia di Kite che mi sento di consigliarvi).

Parlando di mercato dell’usato, la prima fonte di ricerca è sicuramente il web a meno che abbiate contatti diretti con scuole sparse sul territorio piuttosto che negozi di fiducia. I siti che vi posso consigliare sono nell’ordine: i) Adesso Kite, ii) Subito.it, iii) ebay e tutti i vari forum dove solitamente vi è sempre uno spazio dedicato denominato “il mercatino dell’usato”.

Per quanto riguarda la vela, dopo aver individuato un modello S.L.E. di vostro interesse, è importante soffermarsi sull’anno di fabbricazione: non acquistate kite antecedenti il 2008 in quanto le S.L.E. sono state lanciate nel 2007 e le prime prodotte, specie di alcuni brand, hanno presentato difetti in termini di stabilità e struttura. Altro aspetto da considerare nell’acquisto dell’ala è lo spot in cui uscirete maggiormente: se il vento entra in modo costante con intensità compresa tra i 12 e i 20 nodi e avete un peso compreso tra i 55 e i 70 kg potete pensare di acquistare un ala di circa 10 mt, se invece il vostro peso è compreso tra i 75 e i 90 kg pensate di acquistare una S.L.E. di 12-14 mt. (tenete presente che la metratura indicata è approssimativa poiché la capacità di trazione varia da vela a vela e da brand a brand).

In relazione alle tavole, mi sento di dirvi che anche modelli di fabbricazione 2006 sono più che validi. Anche in questo caso occhio al rapporto vostro peso – larghezza – lunghezza: se pesate tra i 55 e i 70 kg è consigliabile una tavola larga dai 38 ai 40-41cm e non più lunga di 137 cm; per chi invece ha un peso compreso tra i 75 e i 90 kg è consigliabile una tavola larga al massimo 45 cm e lunga non più di 140 cm. Se avete un peso superiore ai 90 kg non pensate a tavole di maggiore dimensione ma bensì a vele di metratura  più grande (14-15 mt).

In merito al trapezio, deve essere comodo e soprattutto essere abbastanza rigido da sostenervi quando sarete alla prese con i primi bordi di bolina. Vi consiglio di non prendere, anche se siete all’inizio, modelli con imbrago inguinale (specialmente se siete maschietti!!) quando la vela è allo zenithi  i gioielli di famiglia potrebbero…..mi avete capito no?!?

Infine: non spendete troppo poco! Non pensate di fare l’affare perché non è così! Per avere della buona attrezzatura d’occasione, parlo di un pacchetto completo (ala, tavola e trapezio) considerate di mettere sul piatto non meno di 500/600 €. Per esperienza personale vi prego di evitare tutte le inserzioni che vi vendono pacchetti completi sottolineandovi “ottimo per principianti” dove il più delle volte si tratta di roba obsoleta, ormai totalmente superata con materiale liso e non più performante. Lasciate anche perdere inserzioni magari allettanti ma molto distanti dalla zona in cui vivete (a meno che abbiate voglia di fare un viaggetto) perché l’altro suggerimento che vi do è: andate sempre a visionare l’ala che state acquistando, a differenza della tavola che potete sempre farvi spedire sulla base di una fiducia insita tra kiter che vende e kiter che compra, l’ala è da provare: apritela, gonfiatela, controllate lo stato delle valvole, dei bladder, della leading edge, della balumina, verificate che eventuali riparazioni non siano strutturali, e se ne avete l’occasione tiratela su, lanciatela…..insomma: verificatene il corretto funzionamento.

Sono forse cose banali quelle che vi suggerisco, ma sono volte a far si che non siate fregati come lo sono stato io le prime volte quando, approfittando della mia ingenuità/inesperienza venditori on line prima e negozi specializzati poi (di cui non faccio i nomi) mi hanno letteralmente “preso in braccio”.

Questo articolo vuole quindi farvi riflettere prima di lanciarvi affrettatamente all’acquisto dell’attrezzatura perché presi dall’entusiasmo, dalla frenesia, dalla voglia (per altro comprensibilissima) di tirare i primi bordi con la propria vela e non con una affittata o prestata anche al fine di instaurare quel feeling con la propria attrezzatura che sia nel breve, sia nel lungo periodo vi farà fare la differenza

Per qualsiasi domanda/dubbio/perplessità che vi sorga in mente non esitate a scriverci, noi del team Anemomaniac siamo pronti a darvi tutte le risposte che state cercando….

Ciao,

Caldocomeilfuoco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *